Milano
Milano
Milano
Palermo
Madrid
02 00684575 Via Montenapoleone, 8 – Milano
02 20249294 P.zza Maria Adelaide di Savoia, 5 – Milano
091 585975 Via Salvatore Meccio, 16 – Palermo
+34 914362883 Calle Velazquez, 27 – Madrid

Minibond: nuove forme di finanziamento per ridurre la dipendenza dal sistema bancario della tua società

UN NUOVO STRUMENTO PER FINANZIARE LA CRESCITA DELLA TUA SOCIETA’

Per maggiori informazioni affidati ai nostri professionisti.

Invia una e-mail all’indirizzo :  info@docaandpartner.com

 

I minibond sono un innovativo strumento di finanziamento di cui possono usufruire tutte le società “sane e non in crisi” e non quotate in Borsa. Tale strumento consente alle società italiane di reperire fondi da investitori, al fine di avviare piani di sviluppo, operazioni di investimento straordinario o di rifinanziamento.

 

Requisiti per l’emissione di minibond:

  • Il fatturato della società deve superare i 2 milioni di euro, anche se sono consigliati fatturati di almeno 5 milioni;
  • L’organico deve essere composto da almeno 10 dipendenti.

È evidente che il minibond non è uno strumento a supporto delle aziende in crisi ma per tutte le aziende con buone performance negli ultimi esercizi (mediamente un utile di circa il 10%), che abbiano programmato una crescita nei prossimi anni o che abbiano deciso di diminuire la propria dipendenza dal credito bancario o di accostarlo a nuove forme di finanziamento.

Qual è il vantaggio di queste tipologie di obbligazioni?

Non ricorrere al credito bancario per finanziarsi ed evitare di essere iscritti in centrale rischi e quindi potenzialmente integrare tale strumento con il consueto finanziamento bancario.

Tutte quelle piccole e medie imprese sane che intendono crescere, possono quindi decidere di finanziarsi emettendo dei titoli di debito che vengono sottoscritti da investitori istituzionali (banche SICAV e altri intermediari finanziari). I minibondsono facili da emettere e meno costose del credito bancario.

 

Costi per la società emittente: i costi, come anticipato, sono molto bassi in quanto non sono previste commissioni. Il costo può variare dall’1% al 2,5% per l’emissione complessiva e per la quotazione del minibond, concretamente annualmente varia da 5 mila euro a 15 mila euro.

E’ consentito, altresì, mediante l’integrazione di 20 mila euro di farsi assegnare un rating dalle società specializzate che, seppur non obbligatorio, rende molto più appetibile le obbligazioni emesse e consente alla società di usufruire di tassi più bassi.

Dal 2013 ad oggi sono sempre di più le aziende che si affidano a questo nuova forma di finanziamento, nel 2016 la percentuale di piccole e medie imprese che ne hanno usufruito sono passate dal 48,3% al 73,9. Il 2017 si è chiuso con un totale di 300 emissioni, a dimostrazione del fatto che le società italiane si stanno avvicinando sempre di più a forme di finanziamento alternativo al credito bancario.

 

Hai una società che rispecchia questi requisiti e desideri emettere dei minibond?

Affidati ad un nostro consulente che affianchi la tua società nelle decisioni strategiche iniziali, nell’elaborazione del business plan, nell’information memorandum e nella definizione dei tempi e modalità di emissione.

La figura dell’advisor è considerata indispensabile ai fini di una corretta e studiata emissione di minibond. Inoltre, al fine di rendere il tuo business plan più appetibile agli occhi dei potenziali investitori, è necessario l’ausilio e il supporto di un professionista specializzato in materia.

Per maggiori informazioni affidati ai nostri professionisti.

Invia una e-mail all’indirizzo :  info@docaandpartner.com

Sei interessato a questa tematica ed intendi approfondirla? Noi possiamo aiutarti. Compila il modulo sottostante.

Leave a Reply